Etichette delle montagne. L’eccellenza qualitativa in mostra

07/07/2017 - 29/10/2017
Piazzale Monte dei Cappuccini 7 Torino Torino 10131 Museo Nazionale della Montagna "Duca degli Abruzzi"

Etichette delle montagne è un “viaggio” tra prodotti commerciali di diverse epoche, divisi per tipologia, cronologia e provenienza, accompagnato da un’esposizione iconografica dei packaging pensati per proteggerli.

Una mostra che è anche uno studio antropologico sul ruolo pervasivo dell’immaginazione nelle transazioni commerciali, declinato in ambito montano. Foto, disegni e icone di montagne, alpinismo, sci, esplorazioni e regioni polari spiccano sulle etichette e sui contenitori offerti alla vista del pubblico, concepiti, in origine, per essere collezionati. 

Un percorso nato grazie al patrimonio del Centro Documentazione del Museo Nazionale della Montagna, organizzato con Regione Piemonte, Fondazione CRT e Camera di Commercio di Trento in collaborazione con la Città di Torino e il Club Alpino Italiano.

Ripercorrendo gli oltre 150 anni di storia dei diversi prodotti commerciali, si scopre così come i territori montani siano sempre stati associati a un’idea di eccellenza qualitativa, simboleggiando una maggiore sicurezza in termini di garanzia e salubrità dei prodotti loro associati, siano essi alimentari, tessili o turisitici.

A tal proposito va segnalato che a seguito della revisione della politica europea sui prodotti di qualità, l’Art. 28 del Regolamento dell’Unione prevede la possibilità di utilizzare, esclusivamente per i prodotti ottenuti con materie prime e/o mangimi animali provenienti essenzialmente da aree di montagna, l’etichetta “prodotto di montagna”.

Quella che Slow Food ha recentemente definito con la forumula «Etichetta narrante» – una sorta di narrazione integrativa del prodotto, del suo territorio e delle fasi della sua lavorazione – potrebbe così diventare la futura erede delle etichette commerciali presentate in questa coinvolgente iniziativa piemontese.

Una mostra, “Etichette delle montagne”, che aiuta a riflettere sull’importanza del legame fra prodotto e territorio, aperta tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10:00 alle 18:00, fino a domenica 3 dicembre.