Montagne, cultura, benessere

A fronte di un destino che fino a poco tempo fa sembrava ineluttabile, il cambiamento climatico, la crisi pandemica, le trasformazioni culturali in atto hanno rimesso inaspettatamente in gioco le montagne e le aree interne del Paese come spazi per coltivare altri possibili destini dell’abitare, del produrre, del pensare l’interazione con l’ambiente. Nelle Alpi, così come negli Appennini, sono numerose le pratiche di riattivazione che riescono a rendere preferibile il vivere in montagna. Quest’ultima newsletter del 2023 vuole segnalare, attraverso alcune testimonianze, l’impegno e la competenza di persone e comunità resilienti che provano a scrivere una storia nella quale le montagne si propongono come luoghi di alta vivibilità in grado di garantire benessere individuale e collettivo.

Documenti disponibili: